1748


A seguito della morte di Giovanni Francesco Filiberto Benso avvenuta senza lasciare eredi, il suo feudo torna alla Mensa Arcivescovile e monsignor Giovanni Battista Rovero ne concede l’investitura al nipote conte Francesco Oddone Rovero di Pralormo.

Michele Antonio Benso, V marchese di Cavour, rivendica per sé i diritti del feudo di Santena e intraprende una causa contro il vescovo di Torino, causa che durerà 12 anni, fino al 1760.

Il Trattato di Aquisgrana mette fine alla Guerra di Successione Austriaca e riconosce la legittimità della coppia imperiale Maria Teresa d’Asburgo e Francesco Stefano di Lorena. Con il Trattato di Aquisgrana il Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla va a Filippo di Borbone, figlio di Filippo V di Spagna mentre il Ducato di Milano cede a Carlo Emanuele III di Savoia le Contee di Angera, Vigevano, Voghera e Bobbio.

La coppia imperiale Maria Teresa d’Asburgo e Francesco Stefano di Lorena

La coppia imperiale Maria Teresa d’Asburgo e Francesco Stefano di Lorena

Iniziano gli scavi di Pompeiper ordine del re di Napoli Carlo III di Borbone.

Il filosofo francese Montesquieu pubblica il più importante dei suoi scritti:Lo spirito delle leggi”. Dopo quattordici anni di lavoro, l’opera viene pubblicata anonima a Ginevra: è una vera e propria enciclopedia del sapere politico e giuridico del Settecento.

Eulero (Leonhard Euler, matematico svizzero) introduce il simbolo matematico Pi Greco”.