1706


Assedio di Torino. Il 12 maggio un’eclisse di sole oscura la volta celeste. L’avvenimento viene interpretato dai Torinesi come infausto presagio per Luigi XIV, il Re Sole, che si prepara ad assediare la città. Il 14 maggio inizia l’assedio. Per tutta l’estate i Francesi bombardano la città. Vittorio Amedeo II tenta una sortita e si rifugia nelle valli valdesi.

14 maggio 1706 – Inizia l’assedio di Torino

14 maggio 1706 – Inizia l’assedio di Torino

Nella Cittadella, Pietro Micca sacrifica eroicamente la sua vita, provocando il crollo di una galleria per impedire il passaggio delle truppe francesi. Pietro Micca è nato e vissuto ad Andorno, in Valle Cervo, vicino a Biella. Cresce e lavora in una vallata specializzata nel lavoro di scalpellino e di minatore. Essere minatore significa avere una grande specializzazione nell’armatura delle gallerie e dei manufatti e nell’uso degli esplosivi. I Biellesi saranno famosi in tutto il mondo per la loro abilità di costruttori di opere pubbliche, militari e civili, e di edifici privati. Una cazzuola ancora in uso oggi si chiama, non a caso, la Biellese.

29 agosto 1706 – Pietro Micca si sacrifica per difendere Torino

29 agosto 1706 – Pietro Micca si sacrifica per difendere Torino

A fine agosto l’esercito imperiale comandato dal principe Eugenio di Savoia giunge in Piemonte e si accampa a Villastellone, presso Santena, a 15 chilometri da Torino. Le truppe di Vittorio Amedeo II, congiunte all’armata imperiale, costringono i Francesi alla ritirata. Il 7 settembre i due cugini Savoia entrano vittoriosi in Torino. L’assedio è durato 117 giorni.

7 settembre 1706 – La battaglia che pone fine all’assedio di Torino

7 settembre 1706 – La battaglia che pone fine all’assedio di Torino

Un disastroso terremoto nella zona della Maiella provoca 2.400 morti, di cui 1.150 a Sulmona, il centro più colpito, che all’epoca conta circa 10.000 abitanti.

A Boston nasce Benjamin Franklin, scienziato e politico statunitense. A lui si attribuiscono numerose invenzioni: il parafulmine, il contachilometri, le lenti bifocali, la sedia a dondolo, le pinne, ecc…