GEN
26
1860

Marliani, Emanuele a Cavour, Camillo Benso di 1860-01-26 #3957


Mittente:
Marliani, Emanuele.
Destinatario:
Cavour, Camillo Benso di.
Data:
26 Gennaio 1860.

                                                                                                      Parigi 26 gennaio 1860

      Pregiatissimo Conte,
      Pche ore dopo il mio arrivo, mi recai da Des Ambrois, ad esso consegnai le di lei lettere, quindi spiegai le peripezie delle quali ella mi vuole edittore responsabile. Sia pure.
      L’opinione di Des Ambrois è più che mai che le eccellenti disposizioni dell’Inghilterra hanno essenzialmente modificate quelle dell'Imperatore. Si vocifera ancora congresso, ma in ogni caso solo fra le grandi potenze; una cosa che mi ha sorpreso è che Des Ambrois non ha ancora potuto vedere Lord Cowley. Ieri l'ho veduto io tre varie volte. La prima mia conferenza con Lord Cowley fu preceduta da così graziosa e direi affettuosa accoglienza che l'ho accettata come presagio felice di quella che mi aspetta a Londra, certo così di potere essere utile.
      Lord Cowley mi parve così positivamente persuaso della riuscita del fatto grandioso dell'annessione che non potei a meno di spedire a lei il telegramma, che avrà ricevuto con preghiera di farlo sapere a Farini.
      Nella sua opinione la Francia, legata coi vincoli di Villafranca, non potrà aiutarci, ma lascierà a noi il libero compimento de' nostri voti che l'Inghilterra appoggierà energicamente e l'Austria è nell'opinione di Lord Cowley nell'impossibilità d'agire contra noi, è d'uopo dire anche che non v'è in gioco verun interesse austriaco e soltanto passioni dinastiche. Ardire fare, mi diceva Lord Cowley, è talvolta il consiglio della prudenza, è il caso nostro, ed egli non esita a raccomandarlo. Osiamo, dunque, facciamo.
      Avendo parlato a Lord Cowley delle ultime di lei istruzioni sull'annessione, e sul suo viaggio, mi manifestò il desiderio di vederle, mi sono fatto una premura ed un dovere di comunicarle, ed egli le ha approvate senza riserva.
      Ho veduto Buloz, al quale ho consegnato la lettera ad esso diretta. Buloz è una antichissima mia conoscenza. Oggi devo avere in casa sua un abboccamento con Mazade sulle cose nostre.
      Sarei partito oggi, ma Lord Cowley è a caccia coll'Imperatore e ha desiderato che l'aspettassi per dirmi qualche cosa sopra i nostri affari, se se ne parla in giornata. Partirò domani.
      Questi preliminari sono di buon augurio, gli accetto, ma vado sopra tutto pieno di fede, avendo al timone del Vascello Annessione, il più fermo nocchiere, e nel Ministro d'Italia un appoggio di ardire, di sapienza e per me di somma, gradita benevolenza che pago con tutta la riconoscenza dell'anima mia.
                                                                                                    Emanuele Marliani

divisore
Nomi citati:
Emanuele Marliani, Des Ambrois, Mazade, Imperatore, Cowley, Farini, Buloz.
Toponimi citati:
Parigi, Inghilterra, Londra, Francia, Villafranca, Austria, Italia.

Allegati