Studio Visconti Venosta
 

Questa sala è stata arredata nella seconda metà dell'Ottocento da Emilio Visconti Venosta, di famiglia lombarda, esule in Piemonte e collaboratore di Cavour dal 1859. Nel 1876 ha sposato una pronipote dello statista, Luisa Alfieri di Sostegno, figlia di Giuseppina e Carlo Alfieri di Sostegno. La boiserie in legno è sormontata da una serie di dipinti che raffigurano membri della casata Carron di San Tomaso. Le tele in cornice quadrata ritraggono Michele Antonio Benso e Felicita Agnese Doria di Ciriè, i bisnonni paterni di Cavour. Emilio Visconti Venosta è ritratto nella grande tela di Vittorio Corcos. Nella stanza è conservata anche una copia del ritratto di Cavour di Francesco Hayez.

Associazione Amici della Fondazione Camillo Benso di Cavour © COPYRIGHT 2018 - E' vietata la riproduzione anche parziale.[1]