News

Domenica 4 marzo 2012: riapre il Castello Cavour di Santena
 

Domenica 4 marzo riapre il Castello Cavour di Santena (TO).
      Residenza estiva della famiglia Benso, la villa settecentesca con il suo Parco monumentale conserva ancora gli arredi originali di Settecento e Ottocento e numerosi reperti risorgimentali.
      Nella tomba di famiglia, che è stata dichiarata monumento nazionale nel 1911, è sepolto Camillo Benso, accanto agli affetti più cari. 

      Dopo la pausa invernale, la residenza dei Benso accoglie il pubblico con un nuovo percorso di visita e importanti novità negli allestimenti.
      Riaprono le stanze dell'ala sud del Castello, in cui è conservata parte delle collezioni d'arte che i Benso hanno raccolto nel corso dei decenni. Si potranno perciò nuovamente ammirare le dodici “Vedute del Piemonte e del Nizzardo” di Giuseppe Pietro Bagetti, le opere dei paesaggisti europei acquistate dalla famiglia e il piccolo quadro di Carlo Bossoli che viene esposto e valorizzato per la prima volta. 
      Il Castello vede inoltre un'inedita presenza femminile, con la nuova sala dedicata al fascino di colei che è stata definita la più bella d'Europa: la contessa Virginia di Castiglione. Sarà possibile scoprire i segreti di questa regina della seduzione, che è stata l'amante dell'imperatore Napoleone III, attraverso un suggestivo allestimento che si avvale degli arredi messi a disposizione dalla contessa Consolata Beraudo di Pralormo.
      Il materiale è stato realizzato per la mostra “Cavour. Genio, seduttore e gourmet”, tenutasi nella primavera del 2011 a Palazzo Cavour a Torino.
      Consolata Pralormo, in qualità di ideatrice e curatrice della mostra, aveva espresso la sua intenzione di donare parte dell'allestimento all'Associazione Amici della Fondazione Cavour e con la riapertura di domenica si inaugura questa collaborazione. 
      Provengono invece dalla collezione della Fondazione Cavour gli oggetti originali di Virginia: il magnifico portagioie in argento, un ventaglio con dipinti i versi di Edmond de Goncourt e la riproduzione in marmo della mano della Contessa.
      Oltre a Virginia di Castiglione, troveranno spazio anche le donne amate da Cavour stesso, le cui vicende offriranno al visitatore uno sguardo più intimo sulla vita dello statista.  

Ingresso euro 5; ridotti euro 4; scolaresche e giovani (dai 6 ai 18 anni) euro 2,50.
Visite guidate alle ore 10,30, alle 15, alle 16,30 e alle 18.  

Contatti:
Associazione Amici della Fondazione Cavour,
P.zza Visconti Venosta 3, 10026 – Santena (TO) 
email: camillo@camillocavour.com
sito: www.camillocavour.com 
Ufficio stampa: 338.65.67.889 (Francesca Druetti)

Associazione Amici della Fondazione Camillo Benso di Cavour © COPYRIGHT 2018 - E' vietata la riproduzione anche parziale.[1]