News

24 novembre 2010: conferenza "Patografia di Camillo Cavour" del Dott. Ollino;
 


      Care Amiche, cari Amici,
      tutto iniziò mercoledì sera 29 maggio, quando tornò a casa triste, stanco, preoccupato. Fatiche, azzardi, responsabilità, stress, superlavoro, cattiva alimentazione, malanni accumulati negli anni lasciavano segni evidenti.
      Nella notte percepirono dei rumori provenire dalla sua camera. Non si preoccuparono. Da molti mesi lavorava durante le ore notturne, passeggiava per le stanze, parlando ad alta voce. Poi sentirono un forte scampanellio. Stava male, delirava, in preda a violenti dolori intestinali, temeva di avere un attacco apoplettico.
      All’alba del 6 giugno tra la costernazione generale morì. Aveva solo 50 anni.
      Aveva guidato uno Stato regionale fino a fargli assumere un ruolo di primo piano in Italia e in Europa.  
      Moriva da scomunicato e l’indomani ci sarebbe stato il funerale religioso. Camillo Benso di Cavour (10 agosto 1810 - 6 giugno 1861) era ancora giovane.
      Dopo aver realizzato una grande impresa, si apprestava ad affrontare una nuova stagione politica altrettanto difficile e complessa.
      In quella fase di passaggio, mentre si doveva dare forma allo Stato appena nato, venne a mancare, troppo presto.
      A questo punto i visitatori del Castello chiedono: “Di che cosa morì? È vero che fu avvelenato?”
      E le nostre guide rispondono che la causa certa non è nota, ma che ……………………

                                               Mercoledì 24 novembre 2010, alle ore 21.00,
                                                   nel salone Diplomatico del Castello Cavour di Santena


il dottor Ezio Ollino, medico da cinquant’anni e storico della medicina, parlerà delle probabili cause delle morte del Tessitore in una conferenza dal titolo: “Patografia di Camillo Cavour”

Scarica il programma ...

Associazione Amici della Fondazione Camillo Benso di Cavour © COPYRIGHT 2018 - E' vietata la riproduzione anche parziale.[1]