News

10 agosto 2010: riapertura del Parco
 


Città di Torino
Fondazione Camillo Cavour
Associazione Amici della Fondazione Cavour


Comunicato stampa
 

10 AGOSTO 2010: RIAPRE IL PARCO DEL CASTELLO CAVOUR DI SANTENA
UNA MOSTRA SULLA STORIA, LE CARATTERISTICHE E GLI INTERVENTI IN PROGRAMMA
 

In occasione della festa patronale di San Lorenzo del 10 agosto, riaprono – dopo alcuni anni di forzata chiusura – i cancelli del Parco del Castello Cavour di Santena. La conclusione di una prima fase di messa in sicurezza del Parco consente infatti di rendere accessibile un percorso circolare nell'area più prossima al Castello.


Nel 2009 la Fondazione Cavour ha elaborato e avviato un progetto - suddiviso in quattro fasi (dal 2009 al 2011) - per la messa in sicurezza del Parco, in vista di una sua progressiva riapertura al pubblico. I lavori comprendono la sistemazione del Roseto e della parte prospiciente al Castello (Fase uno); il ripristino dell'area verde fronte Castello e la riqualificazione e delimitazione del primo dei percorsi pedonali che saranno riaperti al pubblico (Fase due); la messa in sicurezza dell'area perimetrale (Fase tre. Fine lavori: settembre 2010) e il completamento degli interventi di messa in sicurezza del Parco (Fase quattro. Inizio lavori: autunno 2010). La realizzazione dei lavori previsti per le fasi uno, due e tre è resa possibile grazie al contributo di 110.000 euro della Fondazione CRT. Il Comune di Santena ha messo a disposizione ulteriori 25.000 euro.
 

Concluse le prime due fasi, la Città di Torino, in collaborazione con la Fondazione Camillo Cavour e l'Associazione Amici della Fondazione Cavour, ha inteso valorizzare il progetto realizzando una mostra sulla storia, sulle caratteristiche naturali e paesaggistiche del Parco e sui lavori in programma per la sua riapertura, anche in vista delle celebrazioni per il Centocinquantenario dell'Unità d'Italia, nel 2011.


Sarà presentata inoltre un'anticipazione sull'iniziativa di raccolta fondi finalizzata a consentire il completamento del progetto di riapertura al pubblico. Per ultimare gli interventi in programma e far fronte a parte della manutenzione ordinaria del Parco, comunque necessaria, servono infatti almeno 200.000 euro. A questo scopo, a partire da settembre, la Fondazione lancerà la campagna DuecentoxMille (200 quote di 1000 euro). L'acquisto di una o più quote consentirà di adottare un albero, un tratto di percorso, un interento di pulizia del sottobosco e altro ancora. La campagna è un progetto di cura e valorizzazione di un patrimonio che è di tutti e a cui possono dare un contributo. La riapertura del Parco fa parte di un vasto programma di lavori di restauro e adeguamento funzionale dell'intero complesso cavouriano che, a conclusione degli interventi, ammonterà a circa 7.500.000 euro. 4.000.000 di euro saranno finanziati dalla Regione Piemonte con Fondi europei (FESR) e 1.000.000 di euro dalla Città di Torino (che ha assunto a proprio carico anche la progettazione e direzione lavori). A questi si aggiunge il finanziamento di circa 1.350.000 euro già erogato alla Fondazione, sempre da parte della Città di Torino, a partire dal 2001. Il restauro della Tomba di famiglia dei marchesi Cavour è già stato realizzato grazie al finanziamento di 105.000 euro della Consulta per la Valorizzazione dei Beni Artistici e Culturali di Torino; il restauro della Cappella della famiglia Benso di Cavour è in corso di realizzazione anche con il contributo di 50.000 euro della Banca Nazionale del Lavoro. Il rifacimento urgente dei tetti del Castello e delle Scuderie saranno realizzati grazie al contributo di 250.000 euro della Compagnia San Paolo.
 

10 agosto 2010
 
Per informazioni: Dott. Nerio Nesi, Vice Presidente Fondazione Camillo Cavour
tel: 011- 5613360; fax: 011 531706; e-mail: nerionesi@tiscali.it

Associazione Amici della Fondazione Camillo Benso di Cavour © COPYRIGHT 2018 - E' vietata la riproduzione anche parziale.[1]